Ozono, un alternativa per la disinfezione

Come sempre alla ricerca di sistemi e soluzioni  innovative  per migliorare la vita del birraio, ci siamo imbattuti in una " nuova " tecnologia che solo negli ultimi anni e soprattutto in america ha preso piede e viene ampliamente utilizzata nei birrifici anche al posto della classica disinfezione con acidi ossidanti, stiamo parlando dell' Ozono.

Non trovando nel nostro catalogo un offerta qualità/prezzo valida, abbiamo deciso di consigliarvi un prodotto, acquistabile direttamente su amazon, davvero fantastico che abbiamo testato per voi. L'efficacia dell' abbattimento della carica microbica è stato dimostrato attraverso analisi microbiologiche ambientali ed i risultati sono stati davvero incredibili. Buona visione !!


che cos'è l'ozono

L'ozono (O3 ) è un gas instabile composto da tre atomi di ossigeno Si forma sottoponendo atmosfere contenentiossigeno molecolare (O2 ) a somministrazione di energia, in forma di scarica elettrica o attraverso l'effetto Corona,raggi ultravioletti o reazione chimica.

In natura, l'ozono è spontaneamente prodotto nella stratosfera grazie alla radiazione ultravioletta, nell'atmosfera inseguito alle scariche elettriche generate dai fulmini; la produzione artificiale di ozono è condotta sottoponendoatmosfere secche contenenti l'ossigeno gassoso, molecolare, a scariche elettriche o ad effluvio. È un agente ossidante, il cui potenziale di ossidazione (redox) è inferiore solamente a quello del fluoro. Rispetto all'ossigeno mostra un'elevata reattività in fase di reazione e basse energie di attivazione per reazioni eterogenee.Nei confronti delle sostanze organiche agisce rapidamente dando luogo a numerose reazioni chimiche. Particolare è lareattività rispetto al doppio legame C=C delle sostanze organiche insature, reazione che è comunemente definitaozonolisi.Non lasciando alcun residuo chimico, l'Ozono è assolutamente ecologico.  A partire dal 26 giugno del 2001 la F.D.A., - l'ente governativo statunitense di regolamentazione dei prodotti alimentari - ha convalidato la compatibilità dell'impiego dell'ozono "nelle misure stabilite" con le attività umane. In Italia, il Ministero della Salute, con protocollo n.24482 del luglio 1996, ha riconosciuto l'ozono come Presidio Naturale per la Sterilizzazione di Ambienti.


Acquistalo  subito su amazon !!

SCELTA Lab4beer

SCELTA Lab4beer



OZONO COME AGENTE DISINFETTANTE E DISINFESTANTE

Fonte: https://www.sanitysystem.it/
Fonte: https://www.sanitysystem.it/

L’azione ossidante esplicata dall’ozono ha fatto sì che sin dalla sua scoperta fosseutilizzato come agente battericida, fungicida e inattivante dei virus(Tabella 2). Essoè stato utilizzato inizialmente come agente disinfettante nella produzione di acqua potabile,in Francia dal 1906edin Germania dal 1972. La scelta dell’ozono fubasatasul fatto che essoè più efficace di altri disinfettanti verso un più ampio spettro di microorganismi.I diversi batteri mostrano una sensibilità variabile all'ozono: i Gram-negativi sono meno sensibili dei Gram-positivi, i batteri sporigeni si dimostrano più resistenti dei non sporigeni (Kim et al., 1999). Poiché il meccanismo con cui agisce l’ozono è la perossidazione lipidica, la causa della differente sensibilità sarebbe imputabile alla differente composizione lipidica della parete batterica (Khadre et al., 2001;Khadre and Yousef,2001;Hoff, 1986).

Numerosi studi condotti sin dall’inizio del XX secolo hanno riportato che l’azioneantimicrobica dell’ozono, sia in fase acquosa che gassosa, poteva essere sfruttata nella lavorazione enella conservazione degli alimenti (Broadwater et al., 1973; Kuprianoff 1953). Ad esempio nel1929, il trattamento con acqua ozonizzata estendeva la durata dei prodotti ittici di ulteriori 5 giorni(Violle, H., 1929). Successivi esperimenti dimostrarono che né l’aspetto, né il sapore degli alimenti veniva alterato dall’ozonizzazione (Violle et al 1929; Kuorianoff 1953; Kim et al., 1999).

Siconsideri che già nel 1910, le industrie alimentari tedesche utilizzavano l’ozono per laconservazione della carne e delle uova, dimostrando che l’uso di ozono in fase gassosa nellaconservazione refrigerata preveniva la crescita dei funghi e delle muffe.

SICUREZZA

A causa del suo breve tempo di dimezzamento, l'ozono decade presto una volta prodotto. Il tempo di dimezzamento dell'ozono in acqua è circa 30 minuti, il che significa che ogni mezz'ora la sua concentrazione si riduce di metà rispetto alla concentrazione iniziale. Per esempio, quando si hanno 8 g/l, la concentrazione si riduce ogni 30 minuti come segue: 8; 4; 2; 1; ecc. In pratica il tempo di dimezzamento e' piu' breve perché molti fattori possono influenzarlo. Tali fattori sono temperatura, pH, concentrazione e concentrazione e tipo di soluti. Poiché l'ozono reagisce con tutti i tipi di componenti, la concentrazione di ozono si ridurrà rapidamente. Quando la maggior parte dei componenti sono ossidati, l'ozono residuo rimane e la concentrazione di ozono si riduce meno velocemente.

In concentrazioni più alte, l'ozono può causare effetti sulla salute a seguito di inalazione. Sintomi, come irritazioni della membrana mucosa seguite spesso da emicranie. Questi sintomi possono anche manifestarsi durante episodi di smog fotochimico. Concentrazioni piu' alte (> 50 ppm) ed esposizione a lunga durata (> 30 minuti) possono essere letali [7]. Tuttavia, trovarsi in una stanza con questo tipo di concentrazioni è quasi impossibile. Gli effetti dell'esposizione ad ozono a lungo termine non sono completamente noti, ma siamo avvertiti di considerare una diminuzione nella capacità polmonare e nelle malattile polmonari. Queste informazioni sono basate su esperimenti su cavie.
Per impedire i sopra menzionati rischi per la salute, e' stata stabilita una quantità massima di ozono per zone dove si usa l'ozono. Questo valore descrive la concentrazione massima di una sostanza a cui un essere umano può essere esposto per un dato periodo di tempo. Per una normale settimana di cinque giorni, otto ore al giorno, l'ozono ha un valore MAC di 0.06 ppm (parti per milione, o mg/l)

L'ozono ha un odore molto caratterisitco, consentendo un rapido rilevamento della violazione diei valori MAC. La soglia di odore dell'ozono è di circa 0.02 ppm.

BIBLIOGRAFIA


  • https://www.lenntech.it/
  • http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1514_allegato.pdf
  • https://www.firest.eu/documenti/1309273858Ozono_scheda%20tecnica-batterica.pdf
  • https://ozono-natur.vin/
  • https://ozono-sanificazione.com/
  • XYLEM
  • multiossigen

 

DOWNLOAD


Download
PARERE DEL CNSASULTRATTAMENTO CON OZONO
Documento Adobe Acrobat 356.6 KB
Download
UTILIZZAZIONE DELL'OZONO NELL'INDUSTRIA
Documento Adobe Acrobat 298.0 KB
Download
XYLEM- Ozono acque potabili trattaMento.
Documento Adobe Acrobat 4.0 MB
Download
The Use of Aqueous Ozone in the BREWING
Documento Adobe Acrobat 387.8 KB
Download
multiossigen_batteri ozono.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.0 MB